Archivi tag: poesia del ritorno

RITORNO

Vado di fretta,
la linea tratteggiata sull’asfalto
diventa unica retta.
Incrocio altre automobili,
i cartelli stradali fanno l’autostop.
I moscerini spiaccicano la loro faccia
sul parabrezza,
l’aria entra dal finestrino
e si annoda ai miei capelli.
Tengo stretto il volante,
le stelle catramate sopra la mia testa
sempre più nitide. Non c’è mistero.
L’ afa della bassa si dirada,
si mostrano gli alberi
ai margini della campagna:
sono codici a barre
con cui codificare il cielo.

rsk

Senza Titolo 45

Che il rimpianto mi si apra
come una vecchia anta sgualcita
ora che il profumo degli ulivi
è svanito, trapassato.
Non c’è il sapore della lavanda
né il golfo che si mostra
in fondo alla discesa,
nemmeno la nonnina
a raccogliere fichi
prima di preparare il caffè.
Ci sono soltanto io, adesso:
di fronte l’alba meccanica
che tace tutto il resto.

rsk

Strada di Croazia, colori, collezione privata)