A Prima Vista

Non ha ali ma vola alta
la scheggia partita dal grezzo
dopo una collisione che sa di terremoto.
Già la vedo
oltrepassare le vibrazioni
luccicare come se fosse lampo
saettare come se fosse ufo,
già la vedo
entrare nel mio occhio
incandescente come l’inferno,
essere causa
di qualsiasi pianto isterico.
Non ha ali ma vola alta
ora con una parabola tonda di atmosfera
ora con una linea retta, parallela
alla linea di taglio
allungando la quota precisa del disegno
congiungendosi alla mia iride
eterna promessa di amore eterno.

rsk

Ho Una Foto Della Tua Schiena

Ho una foto della tua schiena
fatta sul bordo di un pomeriggio,
te lo volevo dire appena
io l’ho scattata, ma tu
non ti sei mai voltata.
Ho una foto del tuo piede
con la punta che poggia per terra,
mentre il collo disegna una curva
da succhiare, da sentire ingrossare
mentre poggio le labbra sulle sue vene.
Te lo volevo dire
che ho una foto di te fatta di nascosto,
così, soltanto perché tu lo sapessi.

rsk

A Te, Che Di Caproni I Versi Vesti

A te, che di Caproni i versi vesti
vorrei dire
il tuo corpo mi tenta
di menta, il porto di Livorno profuma
fa impallidire ancora più la luna
quando passi in bicicletta
nel tuo vestito a fiori stretta, persa
nei colori e nei profumi
delle barche a vela.
In questa serata tersa
io seduto su una panchina, guardo
la tua gonna che svolazza birichina
e penso quale danno
sia congedare il mondo
per correrti incontro e dirti
“non ci conosciamo
ma già io ti amo, in fondo”.
Poi la timidezza mi assale
e mi fa male ogni intento
e rimango qui seduto, solitario
davanti al mare come un lampadario
e leggo qualche passo di Caproni.
Ma in realtà vorrei affogare in un Negroni
sbagliato, vorrei per ogni secondo
un minuto di te a mozzarmi il fiato.

rsk

Mi Piace Avere La Bocca Piena Di Te

Mi piace avere la bocca piena
di cibo
di speranze
di te
mi piace avere tra i denti
la tua carne
i tuoi seni
e lasciarmi alle spalle
una settimana passata lontano
sapendo che al lunedì
la lontananza ricomincia.
Mi piace flirtare con i tuoi umori
e mangiarne i sapori
avere parole sempre profumate
dentro ai vasi che ti regalo.
Mi piace scrivere poesie d’amore
ai capelli che lasci sui vestiti
al tovagliolo che usi
e quando non ti abbraccio
perché non sono capace di morire…
Ho fame delle tue mattine
e mi piace avere la bocca piena di te
perché ahimè
il mio piatto è sempre vuoto.

rsk

Sulla Pelle Del Mare

Non si poteva parlare.
Il silenzio era troppo bello…
Chiuso nella gelida luna
nudo di ogni inutile seta
ti ascoltavo respirare
cortese
su di me.
Prima le tue mani
e ora tra le mani
mi rimane solo un cumulo di ortiche
rivivere il sole d’inverno
fiorato appena quella notte con te
per spiegare la vela e lasciare un solco
sulla pelle del mare.