Piccole cose/2

Frutto sacro
nella mia mano blasfema
amore di confine diviso
bottiglia di brunello
che non finisce mai.
Lavati e versami il vino
questa notte balleranno i sensi
fino a confonderli
nell’ innocenza di un bacio
fino a perderli.

***

Una tazza
sulla terrazza
e la brezza
che mi accarezza.

***

Poesie d’amore
e velieri dell’incanto
non dicono niente
e dicono l’universo,
lasciano orme di giaguaro
sui guai della mia lingua,
tornano a casa
e mi sento un ingombro libero.

***

Sul bianco della notte
la tristezza
e il suo velo che ti accarezza.
In un giardino
un giovane ramo
e il suo ondeggiare di vita al vento.
E sul loro confine
una poesia che si dimentica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...