Una poesia di… PIERO TANCA

CALME

Calme
aperte a cammini divisi
e sonni mai sopiti
le brezze annodate
abbracciano abeti
avidi di mare
Le rotte incerte
si perdono meste
Le spire d’incenso non hanno
bocche odorose
Tutto è pianura
là dove
levata al cielo
l’adunanza dei guitti
lascia cenere grigia
Dispersa al vento non cade
Scompare
ma figlia silenzi
con gesti ampi a semisfera
ed incipit tremolo di tromba

Piero Tanca

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...