Cerca Il Mio Corpo

all’amico Luigi

Cerca il mio corpo tra la carta
appallottolata, in fondo al cestino
tra indizi di scrittura
e le pagine di un giornale.
Oggi sono un giro di danza
sul guado della punteggiatura,
un flusso di coscienza
legato a fili di inchiostro, un mostro
di bellezza e natura.
Cercami ora
che sono un punto nero e cauto
e volo e mi specchio e spiego
che dietro l’anima liscia
vi è un calarsi nella tempesta,
retrocedere nel cuneo,
essere primordiale.
Cerca il mio corpo sulla carta,
lì il mio passo non pesa, si fa tenue
come zucchero a velo
come disegno
su una spiaggia di bicarbonato.

rsk

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...