Il mulettista siciliano
infilza con le pale i bancali
stracolmi di scatole zeppe di tappi in pvc;
qualcuna si rovescia per il sobbalzo,
qualche tappo cade a terra
e rotola in un angolo.

Non ha perso l’accento, il ragazzo
e porta ancora nelle pieghe del volto
gli aranci di Trinacria.

rsk

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...