A Te, Che Di Caproni I Versi Vesti

A te, che di Caproni i versi vesti
vorrei dire
il tuo corpo mi tenta
di menta, il porto di Livorno profuma
fa impallidire ancora più la luna
quando passi in bicicletta
nel tuo vestito a fiori stretta, persa
nei colori e nei profumi
delle barche a vela.
In questa serata tersa
io seduto su una panchina, guardo
la tua gonna che svolazza birichina
e penso quale danno
sia congedare il mondo
per correrti incontro e dirti
“non ci conosciamo
ma già io ti amo, in fondo”.
Poi la timidezza mi assale
e mi fa male ogni intento
e rimango qui seduto, solitario
davanti al mare come un lampadario
e leggo qualche passo di Caproni.
Ma in realtà vorrei affogare in un Negroni
sbagliato, vorrei per ogni secondo
un minuto di te a mozzarmi il fiato.

rsk

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...